Senza dubbio un libro da leggere

Se siete in cerca di un libro da leggere in metropolitana e vi accontentate di soddisfare la vostra sete di lettura per dieci o quindici minuti al massimo, non acquistate Ragionevoli dubbi di Gianrico Carofiglio. Questo thriller legale è il classico romanzo da leggere tutto d’un fiato e le 299 pagine che lo compongono scorrono con una velocità impressionante distinguendosi per la trama avvincente e coinvolgente che obbliga il lettore a porsi come unico obiettivo la risoluzione di un difficile caso giudiziario. Ma c’è di più. Le avventure dell’avvocato Guido Guerrieri insistono su di una struttura narrativa vagamente psicoanalitica: le sue riflessioni sono comuni alla maggior parte degli individui pur evitando la banalità. La commistione tra la straordinarietà e l’ordinarietà del personaggio ha il merito di instaurare una forte empatia tra questi e il lettore, il quale è istintivamente portato a seguire quelle riflessioni e ad appropriarsene, cercando di disgiungere (vanamente) l’analisi della figura principale dal proprio esame di coscienza. L’affermato professionista che con rimpianto ricorda le giovanili velleità artistiche (legate alla scrittura) veste alternativamente i panni della vittima e del carnefice sia in ambito professionale che sentimentale, icona dell’essere umano diviso tra bene e male, passione e razionalità, odio e perdono. Le inevitabili problematiche legate a un lavoro impegnativo e delicato, l’immancabile travaglio sentimentale e la crisi esistenziale si fondono in questo affresco eccezionalmente realistico, che prende le mosse in una Bari immortalata in due momenti storici ugualmente significativi, sebbene radicalmente differenti (anni Settanta e Duemila). Il capoluogo pugliese diviene centrale nella fabula: funge da luogo dell’anima, luogo universale, luogo di meschinità, tristezza, disperazione, speranza, illusione, gioia e serenità. Anche la città in cui si svolgono i fatti contribuisce dunque a radicalizzare lo scontro-incontro tra le opposte pulsioni da cui dipendono i comportamenti dei protagonisti. Non è casuale la presenza di luoghi numerosi e diversificati: come a bordo di un bus si passa dai quartieri popolari caratterizzati da un’alta concentrazione di criminalità alle tranquille aree residenziali, attraversando quelle zone un tempo teatro di disordini e violenza e oggi considerate il salotto buono del centro abitato. Come è facile intuire, il libricino (grazioso e dalle dimensioni di 17 cm x 12 cm, ideale per i feticisti bibliofili che traggono gran parte del piacere della lettura dal contatto diretto, quasi fisico, con il supporto cartaceo) è tutto fuorchè depositario della verità assoluta: curiosamente,

[...] la parola che viene fuori dall’anagramma «la verità» è «relativa».

Ragionevoli dubbi

Gianrico Carofiglio

Sellerio

€ 12,00

 

Gianrico Carofiglio è nato a Bari nel 1961 ed è un magistrato, scrittore e parlamentare. Dopo aver redatto svariate produzioni giuridiche, è diventato autore di un’intensa e fortunata produzione narrativa che include, tra gli altri, titoli quali Testimone incosapevole (2002), Ad occhi chiusi (2003), Il passato è una terra straniera (2004), Le perfezioni provvisorie (2010) e Il silenzio dell’onda (2011).

Share

Lascia un commento

Media



Archivio