Un insolito detective

Le perfezioni provvisorie sancisce il ritorno sulla scena dell’avvocato Guerrieri, protagonista di tante storie che Gianrico Carofiglio ha offerto ai suoi lettori.

Guido Guerrieri, che questa volta si improvvisa detective, è un personaggio interessante, non proprio fortunato in amore, amante del pugilato e di solitarie passeggiate serali. Cruciale è poi la sua passione per i libri, che si rivela di grande aiuto nel corso delle indagini nelle quali è coinvolto.

Articolata è la vicenda di Manuela, poco più che ventenne, sulla quale indagano polizia e carabinieri, senza tuttavia riuscire a fare chiarezza: la ragazza è scomparsa misteriosamente dopo un fine settimana trascorso in compagnia di amici. Quando tutto sembra andare nella direzione di un’inevitabile archiviazione del caso, ecco che Guerrieri interviene in punta di piedi sulla scena, assumendosi l’incarico delle indagini, sollecitato dalla profonda disperazione del padre della ragazza. In principio titubante e piuttosto indeciso, dopo vari colpi di scena, interrogatori, viaggi a Roma e incontri, l’avvocato Guerrieri si dimostra un vero e proprio detective, pratico e intuitivo, rivelando, nelle pagine finali, tutta la sua abilità nel districare matasse complesse.

Parallelamente, oltre l’indagine, la sua vita procede abitualmente, tra conversazioni notturne e inattese confessioni con l’amica Nadia, un’ex prostituta, donna singolare e affascinante, dal passato burrascoso.

La chiave del mistero era in qualcosa di non accaduto. Qualcosa che avrebbe dovuto esserci e invece non c’era. L’informazione era in una mancanza.

La lettura è il leitmotiv di tutta la narrazione: a Roma l’avvocato si imbatte in un tassista che legge Simenon García Lorca, mentre nei suoi pensieri riecheggiano con frequenza aforismi e citazioni tratte dai libri letti durante l’infanzia, da SandokanTarzan, fino ai racconti di Sherlock Holmes.

In definitiva il romanzo è piacevole. In esso vediamo come entra in gioco la solida esperienza che Gianrico Carofiglio ha maturato per anni nella sua attività di magistrato; ciò risulta all’autore utile soprattutto nel delineare la personalità di Guerrieri, dotato di un grande senso di responsabilità.

Di pagina in pagina emergono verità nascoste, in un mondo apparentemente stabile e normale. L’autore ci cala in un’atmosfera intrigante, dimostrando una notevole capacità nel raccontare la natura umana che conquista il lettore.

Le perfezioni provvisorie

Gianrico Carofiglio

Sellerio Editore, 2010

€ 14,00

Gianrico Carofiglio, magistrato, ha pubblicato con Sellerio i gialli dell’avvocato Guerrieri (Testimone inconsapevole, 2002; Ad occhi chiusi, 2003; Ragionevoli dubbi, 2006). Vincitore del Premio  Bancarella nel 2005 con il romanzo Il passato è una terra straniera (Rizzoli 2004).

Share

Lascia un commento

Media



Archivio