Do you speak digital? Librinnovando torna a Milano

Ad aprile, l’ultima edizione di Librinnovando ci ha visti in prima linea nella preparazione, durante lo svolgimento e in seguito, quando abbiamo cercato di raccontare, a nostro modo, cosa era accaduto (ricordate Librinnorandom?). In quell’occasione la due giorni di approfondimenti, incontri e studio sull’editoria digitale si è trasferita a Roma, animando l’Università di Tor Vergata con temi che continuano ad essere caldi, scottanti.

Temi che verranno affrontati domani per l’edizione autunnale e milanese, in una giornata di convegno presso il Palazzo Reale di Milano, teatro proprio in questo week end di un’altra importante rassegna dedicata all’editoria, Bookcity.

Rispetto ad aprile sono stati confermati dati importanti, che testimoniano un crescente interesse per la lettura digitale, un settore che può risollevare le sorti di un mercato, quello editoriale, che invece continua a languire. Dal 2010 al 2011 le pubblicazioni in digitale sono più che decuplicate, passando da 1.500.000 a 12.600.000, per un volume d’affari di più di 163 milioni di euro, poco più dell’1% dell’intero comparto editoriale, ma per cui i margini di manovra sono significativi e visibili.

Gli italiani comprano tanti tablet, si stanno avvicinando progressivamente e su fasce di età differenziate agli ereader e gli editori, grandi e piccoli, investono nell’editoria digitale pubblicando ebook e creando store dove commercializzarli, facilitando l’accesso ai testi, una buona parte dei quali è gratuita e a disposizione di tutti, nelle università si discute della gestione delle case editrici on line e anche nelle biblioteche si inizia a prestare file oltre alla carta.

Per questo nei workshop che in queste ore si stanno già svolgendo e nella giornata di incontri di domani si incontreranno esperti di ogni tipo per fare il punto della situazione: professori universitari, editori cartacei e nativi digitali, professionisti a vario titolo del settore, redattori, giornalisti, bibliotecari e librai. Il digitale, le imprese editoriali, le potenzialità degli ebook verranno quindi analizzati da più angolazioni e punti di vista, cercando di cogliere gli spunti positivi per lo sviluppo del settore che corre sul filo dei bit e discutendo dei punti critici che rimangono tali.

Per questa edizione di Librinnovando ci sarà anche un concorso, Inculco, rivolto agli under 35 intenzionati a proporre un progetto innovativo per sviluppare il selfpublishing, il digital lending (prestito bibliotecario digitale) e in generale l’editoria online.

I posti disponibili per partecipare sono rapidamente esauriti ma per chi volesse comunque seguire Librinnovando l’intero evento sarà trasmesso in streaming da Rai Letteratura e Il Sole 24 Ore. L’hashtag per seguirlo su twitter sarà #librinnovando.

Qui un video dell’ultima edizione, con un dibattito tra Luisa Capelli e Gino Roncaglia.

Share

Comments are closed.

Media



Archivio