#FeFiFra2013, Arriva il Festival della narrativa francese!

Pub è lieto di segnalare questo interessante festival.
Per l’occasione invitiamo tutti i lettori a partecipare agli eventi e soprattutto a leggere le recensioni dei 18 libri protagonisti, prossimamente su questi schermi!
Buona lettura!

Leggi Il programma del Festival della narrativa francese 2013
Segui il Festival su Facebook
Segui il Festival via Twitter

Riceviamo e pubblichiamo:

COMUNICATO STAMPA

Dopo il successo dell’edizione 2012 torna il

img_fefifra

Festival della narrativa francese

www.facebook.com/festival.narrativa.francese
www.twitter.com/Fe_Fi_Fra

Dal 26 febbraio al 9 marzo, l’Institut français Italia
invita 19 autori francofoni :
Mathieu Belezi, Philippe Claudel, Philippe Djian, Mathias Enard, Timothée de Fombelle, Michèle Halberstadt, Stéphanie Hochet, Yasmina Khadra, Dany Laferrière, Fouad Laroui, Antoine Laurain, Michel Le Bris, Hélène Lenoir, Mathieu Lindon, Caroline Lunoir, Amin Maalouf, Jean-Christophe Rufin, Philippe Vilain
in 16 città d’Italia :
Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa, Roma, Salerno, Torino, Venezia, Verona.

Apertura il 26 febbraio con Amin Maalouf
e Michel Le Bris a Roma
Una serata eccezionale di apertura della manifestazione, sempre il 26 febbraio, a Palazzo Farnese
Una performance inedita in Italia – “Conduit d’aération” o “un’iper-finzione da esplorare sotto forma d’installazione collegiale”.

Presentare “dal vivo” la letteratura francese più contemporanea, con autori di lingua francese recentemente pubblicati in Italiano, è l’obiettivo della quarta edizione del Festival de la Fiction Française – Festival della narrativa francese, organizzato dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Institut français Italia tra il 26 febbraio e il 9 marzo 2013.
Farà tappa in 16 città, da nord a sud della Penisola: Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa, Roma, Salerno, Torino, Venezia, Verona. Ancora più ricco per numero di autori, il festival accoglierà 19 romanzieri: tra donne – Michèle Halberstadt, Stéphanie Hochet, Hélène Lenoir, Caroline Lunoir – e uomini, scrittori esordienti – la stessa Lunoir – e affermati come Claudel, Djian, Le Bris, Rufin, scrittori alle prese con la realtà francese – Antoine Laurain, Mathieu Lindon – o scrittori di espressione francese provenienti da altri continenti come Yasmina Khadra, Dany Laferrière, Fouad Laroui, Amin Maalouf, e anche un autore per ragazzi – Timothée de Fombelle.
Eclettismo di rigore dunque per avvicinarsi a tutte le sfaccettature della letteratura francese: sperimentazioni letterarie, scrittura popolare, letteratura di tutti i generi, anche per ragazzi. Eclettismo anche nella scelta di proporre delle conversazioni vere e proprie, anziché semplici presentazioni, tra autori francesi, moderatori italiani (giornalisti, autori, traduttori, universitari), e il pubblico.

Alain Le Roy, Ambasciatore di Francia in Italia, ha dunque accolto questa mattina nella Sala Anna Magnani di Palazzo Farnese la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del Festival di narrativa francese (FFF). L’Ambasciatore, nel programma della manifestazione, sottolinea che il 20% dei titoli pubblicati oggi in Italia sono traduzioni di lavori originariamente scritti in un’altra lingua. Un dato che mette in luce il notevole impegno degli editori italiani nei confronti della letteratura straniera. Cosi’, con l’obiettivo di contribuire a migliorare la diversità culturale ed editoriale, l’Institut français Italia si impegna a fianco delle librerie Feltrinelli, e in stretta collaborazione con le case editrici italiane, a presentare in Italia una serie di autori francesi o francofoni recentemente tradotti che incarnano nella loro varietà le diverse correnti letterarie francesi di oggi. Augurandosi una numerosa partecipazione del pubblico a queste due settimane di appuntamenti letterari in tutta Italia, con l’instancabile intento di sviluppare ulteriormente il dialogo fruttuoso tra le culture dei nostri due paesi, l’Ambasciatore ha dato la parola a Julien Donadille, responsabile del Libro per l’Institut français Italia.

FFF, Festival della narrativa francese, grazie a questo fruttuoso dialogo italo-francese e alla grande risposta del pubblico già l’anno scorso, è riuscito ad ampliare un festival che iniziò quattro anni fa’: 24 incontri nel 2012, 46 nel 2013; 7 città nel 2012, 16 nel 2013.
A rispondere all’appello dell’Institut français Italia, sempre più numerosi gli editori italiani, senza i quali il Festival sarebbe rimasto un sogno nel cassetto, e che Julien Donadille ha calorosamente ringraziato. Da quelli storici e riconosciuti come Bompiani e Rizzoli, a quelli nati recentemente, come 66th and 2nd, Del Vecchio e L’Orma, tre giovani case editrici romane; provengono da diverse regioni italiane – da Milano Bompiani, Dalai, Ponte alle grazie, Rizzoli, San Paolo – da Roma 66th and 2nd, Atmosphere, Del Vecchio, E/O, Fazi, Gremese, L’Orma, Voland – da Bologna La Linea – da Firenze Clichy – da Venezia Marsilio).

Il Festival prosegue il suo partenariato con gli Instituts français di Milano, Firenze, Napoli, l’Institut français Centre Saint-Louis a Roma, le Alliances françaises di Torino e Bologna, le librerie Feltrinelli, partner storico del Festival – per il quale è intervenuto stamattina a Palazzo Farnese Paolo Soraci, responsabile ufficio stampa – la compagnia Air France, e inaugura delle nuove collaborazioni con l’Institut français di Palermo, le Alliances françaises di Genova, Venezia e Bari, l’Accademia di Francia a Roma-Villa Medici, il Pisa Book Festival, Italo, con il sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati e il patrocinio delle Biblioteche di Roma.

Share

Lascia un commento

Media



Archivio