Archivio ‘Magazine’

Gajto Gazdanov mi ha rapito e portato nel ‘900

I romanzi possono avere infinite connotazioni, origini, cause e fattori scatenanti, qualsiasi etichettatura sarebbe grossolana, approssimativa e irrimediabilmente inappropriata. Ma spartanamente, e perché non riesco a immaginare nulla di meglio per spiegare quello che ho in mente, faccio ricorso a due categorie: i romanzi che rapiscono e i romanzi che convincono. I romanzi che convincono sono oggetti sfuggenti anche se chiari, sono creazioni che conservano per sempre un’incandescenza che li rende quasi sacri, sono quei libri che si comincia a leggere con occhi contratti nella smorfia di chi è chiamato a fare uno sforzo di comprensione. Sono letture portatrici di rughe. I ...

La Rete può (e deve) essere libera, Guido Scorza spiega come e perché

Quello che vi accingete a leggere è uno stralcio dell’intervista effettuata, il 23 novembre 2012, a Guido Scorza in merito alle libertà digitali e all’annosa questione della legiferazione su Internet e la Rete. L’intera intervista è parte della mia tesi di laurea magistrale dal titolo Rete libera tutti – Per un “nuovo” diritto di Internet in cui il dott. Scorza risponde alle mie domande, sciogliendo i miei dubbi e avvalorando la tesi secondo cui solo ripensando il concetto di diritto e di normazione si può pensare di garantire contemporaneamente la libertà propria della Rete tutelando la libera manifestazione del pensiero ...

Torna Più libri più liberi: spunti, speranze, sproloqui?

È già quasi tempo di vischio e pacchettini, buonismo a manciate e mondi che collassano su se stessi, millennium bug di questo secondo millennio e ombre Maya che incombono minacciose. Ma prima, romani e non, c’è Più libri più liberi, Fiera nazionale della piccola e media editoria giunta all’undicesima edizione. Le date da cerchiare su un calendario ormai agli sgoccioli sono 6, 7, 8 e 9 dicembre 2012, con strizzata d’occhio in perfetto crisi-style alle prime due giornate, “aggratise” (come si direbbe a Roma) per gli studenti universitari. La cornice è quella tradizionale, strettina ma storicamente imponente, del Palazzo dei Congressi, quartiere ...

Do you speak digital? Librinnovando torna a Milano

Ad aprile, l’ultima edizione di Librinnovando ci ha visti in prima linea nella preparazione, durante lo svolgimento e in seguito, quando abbiamo cercato di raccontare, a nostro modo, cosa era accaduto (ricordate Librinnorandom?). In quell’occasione la due giorni di approfondimenti, incontri e studio sull’editoria digitale si è trasferita a Roma, animando l’Università di Tor Vergata con temi che continuano ad essere caldi, scottanti. Temi che verranno affrontati domani per l’edizione autunnale e milanese, in una giornata di convegno presso il Palazzo Reale di Milano, teatro proprio in questo week end di un’altra importante rassegna dedicata all’editoria, Bookcity. Rispetto ad aprile sono stati ...

Chiamale (se vuoi) ossessioni

In occasione di Mal di libri, la festa itinerante per chi è ammalato di storie svoltasi al quartiere Pigneto, Roma, gli scorsi 20 e 21 ottobre, Pub ha deciso di raccontare le proprie ossessioni letterarie, tema portante della manifestazione. Piccole confessioni, dialoghi, pagine di diario dedicate a un libro (o un non-libro), a un’icona o a una fantasia che, raggiunta l’ultima pagina, non ha voluto lasciarci andare. Impossibile mettersi d’accordo, perché il blog è inevitabilmente costituito da esseri perlopiù pensanti, con una loro vita, tutta sul groppone. Ci troviamo, pur discutendo, sulle questioni concernenti il pazzo pazzo mondo dell’editoria, sulla birra ...

Pub (h)a Mal di libri!
(…e tre! Mal di interviste & more)

“… Visto che i libri non sono altro che raccoglitori di storie, noi le storie le togliamo dai libri e le portiamo in strada” Ecco cosa ha detto ai nostri microfoni (quanta professionalità! Ma non c’era alcun microfono…) Chiara Di Domenico, organizzatrice di Mal di libri, la festa la festa dedicata alla lucida follia di inventare, scrivere e leggere storie, sabato 20 e domenica 21 in giro per il quartiere Pigneto (Roma). Ieri, durante l’apertura e per tutta la giornata, ci siamo aggirati tra il pubblico della manifestazione per carpire letture preferite, ossessioni, libri-feticcio e così via. Le volevamo, le abbiamo trovate: ...

PUB (h)a Mal di libri!
(reprise + videointerviste)

Ormai lo sanno anche i non-lettori: sabato 20 (oggi, cavolo!) e domenica 21 (domani, aricavolo!) al quartiere del Pigneto, Roma, si svolgerà Mal di libri, la festa dedicata alla lucida follia di inventare, scrivere e leggere storie. Una due giorni itinerante per riflettere sul tema delle ossessioni letterarie, stare in buona compagnia, parlare di e acquistare libri, sostenere la buona editoria. PUB non poteva esimersi dal presenziare, non credete? Ma abbiamo fatto e faremo di più: telecamera e microfono alla mano, saremo in giro (itineranti anche noi, come vuole lo status del perfetto lettore, viaggiatore con corpo e mente) a intervistare. Chi? Voi! Abbiamo ...

PUB (h)a Mal di libri!
Quando, dove, come e perché

Dopo essere stati invitati e introdotti, onoratissimi, sulle pagine del blog di Mal di Libri, con questo Guest post (per la serie “chi siamo”, ma romanziamolo), eccoci pronti a immergerci, countdown alla mano, in un weekend culturale che sembra fatto appositamente per noi. Quando? 20 e 21 ottobre 2012. Dove? Il quartiere Pigneto, a Roma = chiacchiere, un buon bicchiere di vino (o birra), gente interessante e gli onnipresenti lavori della metropolitana (altamente ignorabili). Tema? Neanche a dirlo, Libri, follia e ossessioni letterarie. Sabato 20 e domenica 21 ottobre, dall’aperitivo a mezzanotte, dunque, torna Mal di libri, la festa culturale “circoscrittamente” itinerante per chi ...

Il reading che non c’è

Editori, comunicatori, scrittori, lettori, abbiamo un problema: le presentazioni di libri sono mortalmente pallose. Prima di chiederci perché e cercare soluzioni che non trascurino i due scopi principali per i quali sono pensate – informare e vendere – vale la pena chiedersi: il reading è obsoleto in termini di promozione del prodotto libro o c’è qualcosa di salvabile grattando via la ruggine? Qui a Pub, per una specie di consapevolissima “sindrome del maiale” (avete presente “nun se butta via gnente”?, nella foto un esempio d’annata) pensiamo che reinventare sia una valida alternativa a cestinare, perciò proviamo a individuare gli ingredienti ...

Più libri Più liberi: da studente, ti dico la mia

Anche quest’anno la pratica immensa del “cosa regalare” a Natale l’ho risolta anzitempo, approfittando della grandissima quantità di libri concentrata nella fiera romana della piccola e media editoria Più libri Più liberi giunta oramai alla sua decima edizione. Un’ottima occasione per scoprire il mondo sommerso delle case editrici di modeste dimensioni, stringere rapporti con gli operatori del settore, curiosare tra gli oltre quattrocento stand, partecipare agli incontri letterari più gettonati – anche quest’anno bagno di folla per Andrea Camilleri e Margherita Hack e spettatori in piedi per vedere il cappello di Amélie Nothomb – seguire gli incontri per i professionisti ...

Media



Archivio