Normalità vs diversità: la sfida di Andrea e Franco

Se cercate un libro sulla triste condizione di un ragazzo affetto da autismo, non comprate Se ti abbraccio non aver paura di Fulvio Ervas (edito da Marcos y Marcos). Per quanto mi riguarda, questo è il caso in cui è il libro che cerca me: prima di tutto ho seguito la storia di Andrea e Franco in TV, a Le Iene, programma di successo di Italia 1. Subito ne sono rimasta colpita, sia per la forza prorompente dei protagonisti, sia per la portata delle emozioni che ha suscitato il viaggio in loro e, per osmosi, anche in me. Poi un nuovo ...

Quando la musica si chiama sogno: un festival dell’amicizia

L’idea spuntò un martedì sera di febbraio alle cantine Pia. […] “Perché non organizziamo un festival?” Questa è l’idea improvvisa e divertente che nasce  da una chiacchierata di vecchi amici alle Velealte, quartiere periferico di Torino. Tommy, Casimiro e Ale, tre squattrinati ragazzi in cerca del loro futuro, decidono di rompere la monotonia, la solitudine e la degradazione del loro piccolo quartiere. È un’idea fuori dal normale lì, dove delinquenza, spaccio e ignoranza sono all’ordine del giorno. Questa banda di matti, coadiuvati da altri strani personaggi e sotto la guida oculata di Barbara, mette in atto un’impresa da record, mai vista ...

Le ombre che tutti celiamo

Un libro che incuriosisce al primo sguardo: L’ombra del bosco scarno, uno sfondo nero con alberi spogli e un grande occhio fra di essi. Il titolo non lascia trasparire nulla se non una cupa enigmaticità, quindi mi concentro sull’occhio che sembra spiarmi nell’ombra. Decido che preferisco spiare che essere spiata, e mi addentro fra le pagine di un volume che scopro essere non solo originale e ben costruito, ma capace di una comunicazione empatica incredibile. La realtà che viene subito descritta è molto lontana da quella più caotica e cosmopolita a cui siamo abituati oggigiorno: ci troviamo nella valle delle Stille, ...

Un’epopea nel deserto, per ricominciare a vivere

Un terremoto a Bam, e per noi non vuol dire nulla. Arrivano quasi ogni giorno notizie del genere, catastrofi in terre lontane: il maremoto che ha colpito l’Indonesia e quello che ha piegato il Giappone, il terremoto di Haiti e quello nel Kashmir… troppi per la nostra soglia d’attenzione, ne usciamo quasi anestetizzati. Può dispiacere per qualche ora, restare sconvolti se ci sono vittime occidentali, parlarne in pausa pranzo o sull’autobus, ma poi la vita normale riprende e si dimentica. Ma per Agha Soltani e sua nipote Hakimé, quei quarantamila morti non sono numeri astratti in un disastro lontano ma la loro realtà, una ...

È un problema se i tuoi amici sono bobine di film ordinate per data

Da un momento all’altro ti sei ritrovato un debito a vita, hai fatto la scoperta più importante della tua carriera, hai trovato un cadavere nel tuo seminterrato e ti sei impegnato in una gara con il Dipartimento di Polizia più grande e meglio equipaggiato di tutto lo Stato per risolvere questo mistero. Valentino, archivista cinematografico presso l’Università della California, ci si ritrova per puro caso in questa insolita situazione. Inizialmente ha solo bisogno di un nuovo appartamento con uno spazio abbastanza grande da permettergli di proiettare vecchie pellicole in casa. Per potersi sistemare decide di comprare, nel cuore di Hollywood, ...

La profondità delle parole

Scrivere pericolosamente è una raccolta di opinioni di Joyce sulla scrittura derivate dalle sue opere (in particolare Stefano eroe e Ritratto dell’artista da giovane), dai saggi, dalle lettere, curata da Federico Sabatini, studioso di letteratura inglese e comparata. Attraverso brevi, ma illuminanti, frammenti, il saggio intende ricostruire quella che era l’opinione sull’arte, sulla scrittura e sulla figura dell’artista dello scrittore che con le sue opere ha rivoluzionato la letteratura del ventesimo secolo. Joyce è  tuttora difficile da comprendere: “Dobbiamo ancora imparare ad essere contemporanei di Joyce” ha scritto Richard Ellmann nel 1959 e lo ribadisce Derek Attridge nel 1982: “Conoscere” e “assimilare” l’opera dello scrittore irlandese è qualcosa che ancora ...

Rocco Pinto, dodici storie di libri e librerie

In più di vent’anni di libreria, mi erano passati tra le mani grandi e piccoli scrittori, Nobel, accademici, esordienti, esorditi, esauriti, esimi, esautorati, estremi, esanimi. Scrittori a pagamento e pagati. Scatole di ogni formato, espositori, fascette. Avevo conosciuto lettori e mariuoli di ogni genere: forti, deboli e occasionali. Critici letterari e letterati, direttori editoriali e commerciali, traduttori e traditori. Redattori e redarguiti. Giornalisti radiofonici e televisivi. Festival e premi letterari e culinari. Libri che prendono vita reclamando furiosi “l’isolamento” forzato dentro le vetrine della libreria, navi immaginarie dalla cui stiva emergono editori, scrittori e intellettuali che  hanno pubblicato e diffuso grandi ...

Poche pagine sull’amore, molti spunti su tutto il resto

Frammenti sull’amore, in tutta la sua essenzialità, induce a grandi riflessioni su quell’immenso sentimento che ispira libri, canzoni, film e che, in un modo o nell’altro, guida la vita di tutti i giorni. In questo testo l’autrice Maria Zambrano si scaglia contro l’Umanesimo, il cui errore è stato collocare al centro del mondo l’uomo e la sua ratio, ignorando quasi completamente la presenza divina, considerata irrazionale e imprevedibile. Attraverso una più che interessante argomentazione, l’autrice intende dimostrare in che modo l’amore si sveli a noi, sostenendo che il sentimento è più intenso e sincero proprio quando è celato o subito, piuttosto che nei ...

Quando la realtà diventa fantasia

Una lettura semplice e piacevole, che fa riflettere al tempo stesso. Il libro narra la storia di Veronica e Cecilia Soffici, figlie di una famiglia di industriali che hanno fatto fortuna grazie alla ricetta segreta di una marmellata diventata famosa in tutto il mondo. Ambientata nell’anno dello scandalo di Tangentopoli, la vicenda è raccontata attraverso la fantasia di Veronica – una moderna Alice come poche ce ne sono ancora – sotto forma di un diario. Veronica è una ragazza molto speciale: passa ore e ore chiusa in biblioteca con la sorella, leggendo e vivendo ogni storia come fosse sua, “parlando” con scrittori defunti e mangiando mele con ...

Baldini Castoldi Dalai Editore

Baldini Castoldi Dalai editore è una casa editrice fondata a Milano nel 1897 con il marchio Baldini & Castoldi, i soci infatti erano Ettore Baldini e Antenore Castoldi, oltre al poeta Gian Pietro Lucini e ad Alceste Borella. Fin da subito si caratterizza per un catalogo ricco di grandi nomi del panorama letterario dell’epoca:  Antonio Fogazzaro, Gerolamo Rovetta, Guido da Verona, Salvator Gotta. Con l’entrata in azienda di Enrico Castoldi il catalogo si arricchisce di autori stranieri, in particolare ungheresi. Ma questa scelta non premia e, dopo 80 anni di attività e nonostante il catalogo illustre, nel 1970 la casa editrice è ...

Media



Archivio