Patagonia Express: un’autentica “moleskine”

Più che un libro sembra essere un block notes di viaggio, una raccolta di appunti, riflessioni, leggende e incontri sulla Patagonia, o forse sarebbe meglio dire sulla gente della Patagonia. All’inizio del libro si ha la sensazione di esser rapiti da quella terra così selvaggia e incontaminata, dove la civiltà umana non è ancora riuscita a imporsi, dove l’avventura è ancora possibile ed è la dimensione quotidiana del vivere della popolazione autoctona, lo scorrere delle pagine invece ci fa comprendere il vero intento di Luis Sepùlveda. Ciò che realmente colpisce l’autore, al di là dei paesaggi, sono le storie e le ...

Il denaro conquisterà le parole?

Case editrici e librerie indipendenti, la stampa e il cinema. Il mondo delle parole, della cultura, è un settore che inevitabilmente è in contrasto con la logica del profitto che caratterizza l’odierno sistema capitalistico. L’incontro scontro tra economia e cultura sembra destinato a vedere quest’ultima soccombere alle leggi che regolano il mercato; l’editoria e i settori affini perdono di vista quelli che sono i loro obiettivi (informazione, libera circolazione delle idee, conoscenza) e subiscono cambiamenti  che vanno contro i loro stessi interessi per soggiacere alle regole imposte dal ruolo sempre più preponderante del denaro nelle sistema capitalistico. Massimizzare il profitto. Questa è ...

Da Topolino a Totoro: un mondo di cartoni

“Se ci togli i cartoni, cresceremo senza umorismo e saremo dei robot!”. Si lamenta così Lisa, in una puntata dei Simpson, contro mamma Marge che intraprende una campagna per ribellarsi alla violenza di Grattachecca e Fichetto, il cartoon preferito dei suoi figli. È davvero così? Indubbiamente i cartoni animati rappresentano un’occasione di svago e di crescita per adulti e bambini. Dei cartoni spesso si discute: basta dire che qualcosa fa male ai ragazzi e si finisce in prima pagina, affermava Stan Lee, creatore di molti supereroi. Oggetti di attacchi mediatici, marchiati come prodotti per bambini e a volte rinnegati dagli adulti ...

Come diventare un buon giornalista

Cosa vuol dire essere un giornalista? Nel suo manuale, arrivato alla quinta edizione, Alberto Papuzzi cerca di mettere insieme tutte quelle regole e tecniche che fanno parte della professione del giornalista. Nell’epoca in cui l’informazione su carta è seriamente minacciata dal web, si fanno largo nuove tecnologie di comunicazione che nel corso degli ultimi decenni hanno stravolto totalmente l’idea del giornalista, ora costretto a fare i conti con le nuove tecniche di comunicazione. I tempi di Indro Montanelli e di Oriana Fallaci sono lontani, le notizie corrono veloci sulla rete e ogni lettore è informato in tempo reale su tutto ciò che accade in ogni parte del mondo. Ma se ...

Lass’’o passà: chist’è ‘o maesto nuosto!

Un tuffo nel passato nell’Italia meridionale degli inizi del ’900 e il destino di musicista già scritto nel suo D. N. A., così Sergio Zazzera ci presenta Raffaele Caravaglios,  il quale nasce in una famiglia di musicisti, in cui anche il cane di nome Semiminima e il gatto che crede di essere un metronomo e scandisce il tempo con la coda, hanno una predisposizione alla sinfonia. Il racconto della musica e dell’eccellenza di un compositore, Direttore della Banda Comunale di Napoli, che ha portato alla conoscenza di tutti, anche al “popolo”, delle arie wagneriane, contribuendo a sviluppare quella sensibilità musicale ...

Paradisi terrestri: semplici desktop o concrete realtà?

Proviamo a pensare per un attimo a cosa succederebbe se ad un tratto smettessimo di  utilizzare l’auto per ogni nostro spostamento, se risparmiassimo più acqua e più energia facendo a meno di molti elettrodomestici e computer, se sprecassimo meno cibo… L’intera umanità impazzirebbe. Questo perché fin dall’ Illuminismo ovvero dalle prime civiltà industriali, il progresso è stato visto come un traguardo per l’uomo: raggiungere degli obiettivi e puntare sempre più in alto trascurando l’impatto devastante che questo provoca sulla natura. La terra ci fornisce le materie prime per vivere, ha sfamato e dissetato per secoli uomini e animali senza mai chiedere nulla ...

Una storia nostrana: ricordi e imprese di un cinefilo

Da bambino ho visto moltissimi film perché mia madre faceva le camicette, mio padre faceva i quadri commerciali e mia nonna, la madre di mia madre, per lasciarli in pace a lavorare ci portava spesso al cinema Stadio e ci teneva lì, me e i miei fratelli, per due spettacoli di seguito, quello delle quattro e quello delle sei. Inizia così Fare scene, un racconto biografico di Domenico Starnone incentrato sul cinema. Il cinema (o cimmena, nel suo dialetto) come luogo di incontro e socializzazione, il cinema come arte di cui si subisce il fascino e il cinema come lavoro, di ...

Asia, questa sconosciuta…

Wolfgang Büscher è un curioso, un osservatore attento, un abile descrittore di particolari; viaggiare è sicuramente una delle sue più grandi passioni, l’audacia è la condizione essenziale per farlo. Attraverso il racconto dei suoi viaggi, l’autore cerca di coinvolgere il lettore nelle inusuali esperienze vissute in giro per il mondo, sempre nuove e totalizzanti. La caratteristica che accomuna i suoi itinerari è la voglia di conoscere fino in fondo tutto ciò in cui si imbatte, siano essi luoghi, persone, riti religiosi; armandosi di molta calma, pazienza e coraggio, Büscher si concede tutto il tempo necessario per raggiungere i suoi obiettivi, per non lasciare intentata alcuna ...

Innamorarsi a Parigi

Sei racconti, sei storie d’amore. L’opera di Claude Seignolle è una raccolta di storie che hanno tra di loro due comuni denominatori: Parigi e l’amore. Questo binomio diventa inscindibile per l’autore che ambienta tutte le sue storie nel quartiere parigino di Les Halles, dove sorge la Chiesa di Saint-Merri. La capitale francese è una forte componente all’interno di tutte le storie, i personaggi vagano per le strade parigine alla ricerca delle proprie innamorate e la magia che avvolge la città dona un senso ancora più misterioso all’amore dei protagonisti. In tutte le storie l’amore è vissuto nella sua essenza più pura, è un’amore quasi aulico quello che Seignolle fa ...

Bernard Bosanquet e Mary Parker Follett: un nuovo modo di fare politica

Nel passaggio tra Ottocento e Novecento si creano nel mondo anglosassone nuove correnti di pensiero che guardano al liberalismo e invitano a una maggiore partecipazione popolare nella vita sociale. In questo contesto polito e sociale, Bernard Bosanquet e Mary Parker Follett sono entrambi legati a un progetto di rifondazione sociale sulla base di nuovi valori di partecipazione e di responsabilità politica che investono con forza il dibattito del loro tempo. I due pensatori rifiutano il modello che vede individuo e stato come due soggetti ben divisi ma sostengono l’idea che questo binomio possa offrire nuove alternative per creare una società dove il cittadino sia attivo e partecipe nella ...

Media



Archivio