Archivio Tag ‘Poiesis editrice’

Parole e libertà

Inquieta, ostinata, audace, fragile come una foglia, sempre con la valigia in mano, questa è Samira Negrouche. Con questa frase Giuseppe Goffredo inizia la prefazione de Jazz degli ulivi, settima opera della poetessa algerina Samira Negrouche. La Negrouche è un’intellettuale molto presente, tanto nello scenario della sua Algeri quanto in una più vasta dimensione fatta di viaggi, scambi e collaborazioni artistiche internazionali. Viaggi verso l’Europa, oltre il Mediterraneo, in un percorso che Jazz degli ulivi, nei suoi frequenti riferimenti letterari alla tradizione europea, sembra  rammentare. La sua personalità e la sua esperienza di vita traspaiono nei suoi versi, tanto audaci da assomigliare a pennellate di un ...

Il popolo vuole la caduta del regime

Il 25 Gennaio del 2011 a piazza Tahrir si radunano pacificamente circa cinquantamila manifestanti  per chiedere le dimissioni del dittatore Mubarack, sul modello della rivoluzione dei gelsomini messa in atto in Tunisia. Alla prima giornata di contestazione ne seguono altre. Sono diciotto i giorni di occupazione in cui il clima di protesta si accende gradualmente, tra canti, balli e scontri prima con l’esercito e poi con i teppisti e i mercenari pagati da Mubarack. La tenacia del popolo egiziano, che per giorni e giorni ha assediato la piazza, la sua forza e la sua voglia di libertà hanno portato alla caduta ...

Media



Archivio